venerdì 11 marzo 2011

Green Man.

Due occhi attenti ci guardano, 
sembrano voler scavare nel nostro intimo, 
da una faccia che prende forma da foglie.
L’uomo verde nella rappresentazione classica appare come una faccia maschile, dalla quale germoglia fogliame.
La faccia stessa è foglia.

Queste due rappresentazioni dell'Uomo Verde (Green Man) sono realizzate in pasta sintetica. 
Il primo, rifinito con doratura, e stato montato su catena color oro con avventurine, agate e acquamarina.


Molti Uomini Verdi sembrano scrutarci attraverso il fogliame senza espressione, osservatori oggettivi della realtà..
La sensazione è quella di essere di fronte all’archetipo della consapevolezza della natura, la consapevolezza Divina 
(del resto la parola Natura deriva da quella egizia Neter, divinità).


Il secondo Green Man, sempre in pasta sintetica e rifinito con pittura argentata, è montato su una catena brunita, assieme a pietre di agata muschiata e diaspro.


Interpretando l’Uomo Verde ci si accorge di quanto esso nasconda in sè un significato profondo, 
è il nostro lato selvaggio che ci scruta dentro senza pietà, 
senza interesse alcuno per ciò che è mascheramento.
E’ l’insegnante inflessibile che ci ricorda qual è la via da seguire.
Non tener conto delle precise leggi matematiche che regolano l’universo nel quale viviamo porta ad inevitabili fallimenti.



...ma c’è anche leggerezza e gioia per la vita, 
il potere dell’innocenza che trabocca da quello sguardo limpido e consapevole.



Visita il mio Shop Online:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...