giovedì 4 agosto 2011

Sacred Tree

Voglio raccontarvi com'è che lavoro su questi nuovi dipinti.
Il foglio di carta di riso che utilizzo è sottilissimo, quasi trasparente.
Innanzitutto lo preparo fissandolo su un pezzo di legno, 
questo non permette al foglio di arricciarsi e deformarsi durante la lavorazione,
inoltre il legno mi aiuta anche ad assorbire l'acqua in eccesso.
Sul foglio bianco non faccio alcun tipo di disegno,
ma traccio direttamente i tratti neri con un grosso pennello e l'inchiostro.
Dopo l'asciugatura del nero, l'inchiostro diventa impermeabile all'acqua,
così bagno tutto il foglio con uno spruzzino
e posso iniziare a lavorare con i colori ad acquerello.
Ora inizia a formarsi davvero il dipinto.
Le gocce di colore si spandono, quasi del tutto incontrollate, sulla superficie bagnata e assorbente.
I colori si mescolano, si sfumano, creano forme.
La magia di questa dinamica mi affascina.
L'ultimo passaggio consiste eventualmente nel creare alcuni tratti a secco,
come i fili d'erba in questo dipinto.




Ogni cultura nel mondo ha venerato l'albero come sacro.
In ogni tradizione un albero, posto al centro dell'universo, sorregge i mondi.
Questi alberi sono grandi e magnifici, 
affondano le loro radici nelle profondità della Terra 
e i loro rami toccano il Cielo creando un magico ponte.
L'albero sacro è immenso e potente, 
ma è anche lo specchio di ogni meraviglioso albero che vive sulla Terra.


Sacred Tree - Acquerelli su Carta di Riso - 50 x 70 cm

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...