Vi racconto degli Wakinyan!


"Lassù, in cielo, oltre le nuvole, alla fine del mondo dove tramonta il sole, si trova la montagna dove hanno dimora gli Wakinyan. Quattro sentieri conducono alla montagna. Una Farfalla fa da guardia all'entrata che si trova a Est, un Orso controlla l'Ovest, un Cervo sorveglia il Nord, un Castoro siede a Sud. Gli Uccelli di Tuono hanno un nido gigantesco fatto di ossa. In esso si può ancora vedere il guscio del grande uovo dal quale hanno avuto vita i piccoli degli Uccelli di Tuono. L'uovo e immenso, più grande dell'intero Sud Dakota. Ci sono quattro grossi e vecchi Uccelli di Tuono. Il Grande Wakinyan dell'Ovest è il primo e il più importante dei quattro. E' vestito di nuvole, ma il suo corpo non ha forma pur avendo imponenti ali con quattro giunture. Non ha piedi, ma artigli, enormi artigli. Non ha testa, ma un grandissimo becco nero con file di denti aguzzi. Il secondo Uccello di Tuono, è di colore rosso, e le sue hali hanno otto giunture... Il terzo Wakinyan è giallo. Il quarto è blu. Quest'ultimo non ha ne occhi ne orecchie. Quando cerco di descrivere gli Uccelli del Tuono non mi riesce. Una faccia senza lineamenti, una forma senza forma, artigli senza piedi, occhi che non sono occhi. Talvolta a qualcuno dei nostri vecchi uomini sacri veniva data, attraverso una visione, la possibilità di dare uno sguardo a questi esseri, ma solo a una parte di loro. Nessuno ha mai visto un Uccello di Tuono per intero, nemmeno in sogno. Chi può dunque sapere in definitiva come sono gli Uccelli del Tuono? Voi sapete come sia Dio? Tutto ciò che ci viene dato di sapere è quanto ci è stato detto dai nostri vecchi, dalle nostre visioni.
Questi Wakinyan sono wacan oyate, la nazione degli spiriti. Diciamo che potreste chiamarli enormi divinità. Quando aprono la bocca parlano con il tuono e i loro piccoli ripetono quel verso. Ecco perchè si ode prima il tuono più fragoroso accompagnato da brontolii di minor intensità. Quando gli Wakinyan aprono gli occhi provocano il lampo... anche se l'Uccello di Tuono non ha occhi ma fessure fatte a mezza luna. Gli Wakinyan sono una parte del Grande Spirito, il loro è forse il più grande potere dell'intero universo. [...]  Il potere del tuono protegge e distrugge, è buono e cattivo. E' il grande potere alato. Noi crediamo che il lampo si biforchi in una parte buona e una cattiva. Quella buona è la luce che proviene dal Grande Spirito e che contiene la prima scintilla che illuminò la terra quando qui non c'era nulla, nessuna luce, solo le tenebre. Talvolta si vedono lampi che vengono giù senza alcuna biforcazione. Si tratta di una luce di benedizione che illumina la terra, che rischiara la nostra mente, che ci da una visione. Quel tipo di lampo è un legame tra cielo e terra. Quella è forse la luce che diede alla gente il primo suono, la prima parola. Il potere del lampo è pauroso, terrificante. Ci atterrisce il suo aspetto distruttivo, comunica pericolo la saetta che viene dal Sud e si scaglia con forza contro il vento entrando in collisione con un altro lampo, come un immensa macchia che si schianti e vi uccida. Non c'è avvocato, o giudice, o predicatore che possa aiutarvi, quel flash di luce che viene da Sud è tonwan, è una saetta, una freccia nelle mani di un dio. I nostri vecchi erano soliti dire che il danno causato dal lampo era provocato dai giovani e inesperti Uccelli di Tuono, che si dimostravano burloni, pagliacci, al contrario dei vecchi Wakinyan che erano saggi e non uccidevano mai nessuno.
Questa è la storia."


John (Fire) Lame Deer



Wakinyan - Trittico - Acrilici metallizzati










Particolari:















●♦ Questo dipinto ha partecipato all'evento "Nuvolaria" ♦●

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...